Osservatorio sul diritto tributario digitale e sulla fiscalità dell’economia digitale


Osservatorio di di Andrea Carinci

con Carmine Marrazzo e Claudia Sanò

L’osservatorio sul diritto tributario digitale e sulla fiscalità dell’economia digitale si articola in due macroaree, accomunate dal significativo impatto dell’avvento del digitale.
Nella prima area tematica, si propone di indagare, attraverso l’esame dei provvedimenti normativi, della Prassi, della dottrina nonché della giurisprudenza, l’impatto della digitalizzazione nelle procedure tributarie, in tema di adempimento degli oneri formali in capo ai contribuenti (si pensi alla recente generalizzazione della fattura elettronica), di utilizzo del digitale da parte delle Amministrazioni Fiscali (si pensi all’utilizzo dei dati derivanti dalle banche dati negli accertamenti) e, infine, di sfruttamento dei mezzi informatici nel processo tributario (id. processo tributario telematico). In sostanza, si intende studiare come il continuo progredire della digitalizzazione tributaria impatti sulla gestione della vicenda tributaria, dalla sua genesi, fisiologica o patologica, alla sua definizione in giudizio.

Nella seconda area tematica, invece, l’attenzione è rivolta agli effetti dell’economia digitale sul diritto tributario.
Lo sviluppo inarrestabile dell’economia digitale ha infatti determinato importanti sfide dal punto di vista fiscale. Nel panorama globalizzato, le norme attuali sulla tassazione non sembrano in grado di cogliere le peculiarità dei nuovi modelli di business, capaci di trarre profitto dai servizi digitali in un Paese pur senza esservi fisicamente presenti. Per tali ragioni, a livello internazionale, europeo e nazionale si sono cercate le soluzioni più disparate in tema di fiscalità sia diretta sia indiretta. Obiettivo dell’Osservatorio è quindi quello di indagare i principali risvolti fiscali dell’evoluzione dell’economia digitale, in termini di territorialità delle principali imposte ovvero di caratterizzazione delle attività tipiche della digital economy, mediante un’analisi comparata che tenga conto delle soluzioni adottate nei principali ordinamenti mondiali nonché attraverso una chiave di lettura tipicamente europea.