Ultimi aggiornamenti in tema di Legal-Tech

di Giuseppe Vaciago -

 La Francia frena gli strumenti di giustizia predittiva
Una recente riforma in Francia ha vietato le attività di data analytics e data collection nella loro applicazione al sistema giudiziario d’oltralpe.
Sul punto l’ILTA (International Legal Technology Association, ndr), che ogni due mesi rende disponibile online un podcast in materia di legaltech, ha postato una riflessione di Richard Tromans, Publisher ed Editor di Artificial Lawyer.
Tromans sintetizza come sia ora diventato tecnicamente illegale collezionare dati e con essi produrre modelli statistici relativi alle decisioni di un singolo giudice. Divieto che negli Stati Uniti potrebbe addirittura essere “incostituzionale”, come ricorda una sua fonte intervistata. Perché vietare? Alla fine, conclude Tromans, una persona ben potrebbe realizzare le proprie statistiche giudiziarie con carta e penna, senza l’ausilio delle nuove tecnologie.
Per maggiori info: info:

 L’American Bar Foundation pubblica il report annuale sull’evoluzione degli strumenti legal tech rivolti ai clienti/utenti
L’American Bar Foundation ha pubblicato il report annuale sull’evoluzione dei tool legal tech rivolti a coloro che sono “non avvocati”.
La ricerca ha analizzato 320 tool differenti presenti sul mercato. Le statistiche mostrano che i) il 51% di essi riguarda la sfera del diritto penale ii) il 75% si limita a fornire informazioni iii) il 70% ha la funzione di agevolare l’utente nella produzione di documenti legali.
Il report indica, in conclusione, gli obiettivi degli strumenti legal tech rivolti agli user: incoraggiare i cittadini e la comunità a identificare, comprendere e risolvere i propri problemi legali e a esercitare i propri diritti. Colpiscono le critiche mosse ad alcuni tool: in America si presta attenzione al fatto che sviluppare software legal tech presenti non pochi rischi e perciò il processo va affrontato con la massima attenzione, poiché ogni “riga” di codice è potenzialmente in grado di ledere un diritto fondamentale.
Per maggiori info: info:

 La tecnologia può liberare assistenti legali e segretarie da alcuni lavoretti?
La società americana ROSS promuove le web chat negli studi medio-piccoli come strumento legal tech per la gestione degli adempimenti che negli studi legali strutturati vengono gestiti da segreteria e paralegal.
Secondo il Clio Legal Trends Report del 2018, (i) il 78% degli avvocati segnalano che troppo spesso sono interrotti da clienti in essere e (ii) il 59% sono interrotti da potenziali clienti. Oltre al fatto che su tre ore fatturate, solamente due generano redditi per lo studio.
Sulla base dei dati e del progetto di ROSS di utilizzazione di “virtual receptionist”, si può riflettere se sia giusto usare un servizio di web chat (o addirittura chatbot) per dialogare con i clienti; se sia compliant con il GDPR, nonché etico, usare il servizio calendly combinato con il servizio web chat per fissare un appuntamento con un cliente; in definitiva, se sia meglio per il cliente avere un avvocato “responsiveness” anche se “spersonalizzato” da una intelligenza artificiale oppure avere un avvocato meno reattivo, ma, forse, più concentrato.
Per maggiori info: info:

 È nata la prima organizzazione nell’Asia-Pacifica per lo sviluppo del Legal Tech

Nello stato di Singapore è da poco nata una nuova associazione internazionale al fine di promuovere lo sviluppo della tecnologia e il suo uso da parte dei professionisti del diritto: l’Asia-Pacific Legal Innovation and Technology Association, cui hanno aderito oltre 50 organizzazioni legal tech provenienti da 15 paesi, fra cui India Cina e Vietnam.
Per beneficiare della tecnologia, si è detto alla cerimonia di inaugurazione, è bene che le regole giuridiche ed etiche siano chiare e trasparenti; d’altronde, “tecnologia e policy debbono sempre essere sviluppate insieme: l’una senza l’altra producono solo danni” ha ricordato Sir Tim Berners-Lee, già inventore di Internet, intervenuto all’evento. Una missione, più che un auspicio, alla quale noi avvocati siamo tutti chiamati.
Per maggiori info:info: