L’ANAC sull’equivalenza di firma digitale e autografa: illegittima l’esclusione del concorrente

bool(true) bool(true) di Giulia Campo -
Con la delibera n. 276 del 3 aprile 2019 l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha dichiarato l’illegittimità di una clausola del disciplinare di gara che prevedeva la sottoscrizione di un documento con firma autografa su ogni pagina, a pena di esclusione. La vicenda prende le mosse da un’istanza di parere di precontenzioso presentata da un operatore economico escluso per avere presentato un documento di gara sottoscritto con firma digitale, anziché con sottoscrizione autografa su ogni pagina, come previsto dal disciplinare. L’Autorità, si è dapprima espressa sull’equivalenza della firma digitale a quella autografa apposta sul documento cartaceo, richiamando un precedente del TAR Calabria ...