La Commissione europea sanziona la NBCUniversal per restrizione verticale della concorrenza su prodotti di merchandising

di Marta Bianchi -

Il 30 gennaio scorso, la Commissione europea (di seguito, “Commissione”) ha annunciato di aver concluso l’indagine avviata nel luglio 2017, a valle della quale ha irrogato una sanzione di oltre €14.000.000,00 a diverse società appartenenti al gruppo Comcast Corporation, tra cui NBCUniversal LLC (di seguito, “NBCUniversal” o “Società”), per aver limitato la vendita di prodotti di merchandising in violazione dell’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea nel mercato (di seguito, “TFUE”).

NBCUniversal, è una impresa statunitense che gestisce reti via cavo e broadcast, nonché società di produzione cinematografica e televisiva in tutto il mondo. Una divisione di NBCUniversal è responsabile della concessione in licenza dei diritti di proprietà intellettuale dei marchi NBCUniversal per la produzione e la vendita di prodotti merchandising (e.g. tazze, borse, vestiti) relativi a personaggi, temi, immagini e loghi dei suoi film.

Secondo la Commissione la NBCUniversal avrebbe, da un lato, limitato le vendite transfrontaliere e, dall’altro, ristretto la clientela mediante: a) il divieto di vendere al di fuori di un determinato territorio; b) l’obbligo di comunicare alla Società tutte le vendite extra-territoriali; c) la limitazione delle lingue utilizzate; d) il divieto di vendere a consumatori o a gruppi di consumatori ulteriori rispetto a quelli già assegnati; nonché, e) l’obbligo di trasferire alla NBCUniversal una parte dei ricavi derivanti dalle vendite extra-territoriali e dalla clientela non allocata.

NBCUniversal avrebbe altresì imposto una serie di misure dirette a limitare le vendite online, vietandole in toto o se extra-territoriali, oppure consentendole solo attraverso siti web di rivenditori specifici.

Ad avviso della Commissione, il rispetto di tali restrizioni sarebbe stato poi assicurato da attività di audit nei confronti dei licenziatari e dalla previsione di interventi in caso di accertata violazione (i.e. risoluzione del contratto o mancato rinnovo).

In conclusione, la Commissione ha stabilito che la restrizione delle vendite, come posta in essere dalla NBCUniversal dal 1° gennaio 2013 al 25 settembre 2019, ha suddiviso il mercato interno per territori e gruppi di clienti in violazione della normativa antitrust, limitando inoltre la libertà di scelta dei consumatori europei.

Stante la collaborazione da parte della Società, che ha riconosciuto l’infrazione e ha fornito ulteriori elementi di prova, la Commissione ha, tuttavia, deciso di concedere una riduzione di sanzione del 30%.

Link