Digitalizzazione, tutele della concorrenza nelle telecomunicazioni e Next Generation UE.

di Giovanni Farese -

In merito al piano Next Generation UE ed alle nuove sfide della transizione verso il digitale, la redazione di DIMT ha intervistato il Prof. Giovanni Farese, Professore associato di Storia economica nell’Università Europea di Roma, dove insegna anche Storia del pensiero economico. Dal 2012 è Managing Editor di “The Journal of European Economic History”. Nel 2017 è stato Marshall Memorial Fellow del German Marshall Fund of the United States.

Il Next Generation EU permetterà al Paese una transizione sia digitale sia ecologica. A Suo avviso quali dovranno essere le riforme e le strategie a cui dare la priorità in questa importante fase?  

L’utilizzo dei fondi è vincolato: non meno del 20 per cento per la transizione digitale, non meno del 37 per cento per la transizione ecologica. Il piano nazionale si chiama PNRR, dove le due “r” stanno per “ripresa” e “resilienza”. Vi è una “r” implicita, ma importante: le riforme. Quella della pubblica amministrazione e quella della giustizia sono cruciali per gli investitori. Quanto alle strategie, è vitale accentrare e semplificare, quanto più possibile, per evitare che l’attuazione del piano si perda tra decisioni, enti, livelli. In Francia vi sarà un “Commissariat au Plan”, come nel secondo dopoguerra.

segue …

Digitalizzazione, tutele della concorrenza nelle telecomunicazioni e Next Generation UE. Intervista al Prof. Giovanni Farese – Diritto Mercato Tecnologia (dimt.it)